5 cose che non sapevi sul Pilates

Il Pilates è una disciplina conosciuta e affermata in tutto il mondo, in Italia ha preso piede principalmente come attività per la tonificazione e l’allungamento dei muscoli. Il metodo Pilates consente infatti di dimagrire e rassodare in maniera armonica tutto il corpo, senza aumentare la massa muscolare. Il principale segreto del successo del Pilates sta nell’impostazione e completezza del suo metodo che combina tecniche di respirazione, coordinazione, stretching e tonificazione.

Nonostante sia molto conosciuto, non tutti conoscono le origini del Pilates e alcune curiosità e caratteristiche di questa disciplina, amata soprattutto dalle star di Hollywood.

1. Il nome prende origine dal suo creatore Joseph Pilates

Atleta e ginnasta tedesco, Joseph Pilates sviluppò il metodo intorno alla prima metà del Ventesimo Secolo, ispirandosi allo yoga e ad altre discipline orientali.

2. Il nome originario del Pilates in realtà è Contrology

Essendo un metodo basato sull’arte del controllo del corpo, della mente e dei muscoli, venne battezzato dal suo creatore con un nome che ne richiamasse gli scopi. Il nome Contrology, tuttavia, non ebbe il successo sperato e la disciplina cominciò ad essere definita metodo Pilates.

3. Il metodo Pilates venne creato per i soldati in riabilitazione

Nel corso della Prima guerra mondiale Joe Pilates si occupò della riabilitazione di alcuni soldati tedeschi feriti. In quell’occasione, Pilates che mise a frutto le sue conoscenze e una buona dose di creatività per ideare macchinari e attrezzi che aiutassero i soldati a riacquistare controllo e coscienza del loro corpo. Molti di questi attrezzi vengono utilizzati ancora oggi, come ad esempio il magic circle, nato dal riutilizzo del profilo di una botte, e il reformer, derivato dai lettini dell’infermeria a cui Pilates agganciava cinghie e molle per far eseguire i suoi esercizi di riabilitazione.

4. Originariamente il metodo prevedeva 34 esercizi

I primi esercizi ad essere creati furono quelli sul tappetino. Una sequenza creata da Joseph Pilates e ancora utilizzata oggi, che include i più classici esercizi, ben conosciuti dagli estimatori del metodo. Alcuni di questi sono il the hundred, the roll-up, single-leg stretch, double-leg stretch. Solo in seguito vennero introdotte altre tipologie di esercizi che riscontrarono un immediato successo tra il pubblico del fitness.

5. Il Pilates permette di bruciare calorie per tutto il giorno

Gli esercizi tipici del Pilates comportano un lavoro di resistenza che, oltre a sviluppare una muscolatura affusolata, risveglia il metabolismo, come confermato da diversi studi scientifici. Chi pratica Pilates, quindi, continua a bruciare calorie anche dopo il workout.

 

Vuoi iniziare a praticare il Pilates?
Scopri gli orari del nostro Corso